Caterina Cordero e i suoi Tiāmat Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese DOC e Ramé Pinot Grigio

 Mi chiamo Caterina Cordero e sono un’artigiana dell’uva. Per me il vino significa famiglia, tradizione e condivisione.

caterina cordero pinot nero

Un posto che fosse solo mio

Sono nata e cresciuta nell’azienda storica della mia famiglia a Castiglione Falletto, nelle Langhe. Come sono arrivata in Oltrepò pavese? Sono molto legata alle mie origini e alle mie radici, ma ho sempre cercato di dare un twist alla mia vita, viaggiando e vivendo in luoghi diversi per diversi periodi della mia vita. Per molti anni ho vissuto all’estero, pur mantenendo un forte legame con casa. Mi sono laureata in Lingue e Comunicazione per il Turismo a Torino per poi proseguire con un Master in Multicultural Communication in Organizations alla CBS di Copenhagen. 

Ma a un certo punto, nel 2019, i miei fratelli, Francesco e Lorenzo, compagni di avventure durante l’infanzia, sono tornati a propormi quella più importante. Insieme abbiamo deciso di dare vita a un sogno e abbiamo acquisito un’antica azienda vinicola dell’Oltrepò Pavese, per farne la nostra cantina. Il luogo dove esprimere la nostra passione e competenze, dove mettere a frutto il bagaglio di esperienze e sperimentare le tecniche acquisite negli anni. Un posto che fosse solo nostro. Un luogo di grande bellezza, dove si coltivano grandi vitigni.

Il vino per me significa famiglia

E quello con il vino è per me un legame viscerale. Un rapporto speciale, che parla di famiglia, di tradizioni, ma anche, e soprattutto, di ricerca, scoperta e curiosità. La mia storia è la storia della mia famiglia. Parte dal Piemonte e dall’esperienza nella cantina di famiglia per diramarsi nel mondo. Io e i miei fratelli siamo tornati, scegliendo una terra di antica tradizione vitivinicola e una tenuta, la tenuta San Giorgio, che dai suoi 250 metri di altitudine, sulla collina di Santa Giuletta, si estende in corpo unico per circa 22 ettari di cui venti di vigne vecchie, con un’età media di 40 anni, coltivate in maniera sostenibile, a basso impatto ambientale. Con la cura e le competenze acquisite da me e dai miei fratelli durante anni di formazione in diverse cantine e in diversi paesi, in Francia, negli Stati Uniti, in Nuova Zelanda, alla ricerca di tecniche e stili diversi per affinare il modo di vinificare e avere maggior consapevolezza per la sostenibilità e la bellezza.

caterina cordero sangiorgio pinot nero

II miei vini per Vite sono il Tiāmat Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese DOC e Ramé Pinot Grigio

I nostri terreni della Tenuta San Giorgio ospitano le varietà più vocate del territorio: Pinot Grigio, Croatina, Barbera, Chardonnay e Pinot Nero, il sovrano incontrastato dell’Oltrepò. Nei restanti ettari della Tenuta abbiamo scelto di mantenere intatto il bosco secolare di querce, prezioso quanto indispensabile per il benessere dei terreni e dell’ecosistema. 

I vini che ho scelto per Vite sono il nostro primissimo Pinot Nero, Tiāmat, e il nostro Pinot Grigio Ramé. Ho scelto Tiamat perché è la base del nostro progetto, il nostro focus e il motivo per cui abbiamo deciso di venire il Oltrepò Pavese, la culla del Pinot nero in Italia. E Ramè perché  è stato per noi una bellissima, gioiosa ed inaspettata sorpresa e spero che anche voi vogliate partecipare alla nostra festa.

Scarica le schede dei vini

Tiāmat Pinot Nero dell’Oltrepò Pavese DOC

Ramé Pinot Grigio

caterina cordero san giorgio winery oltrepo

Lasciati ispirare dalla storia di Caterina, acquista e degusta i suoi vini accompagnata dalla sua storia

Contatta Caterina per ordinare il tuo cofanetto degustazione.

caterina cordero san giorgio winery oltrepo
Questo cofanetto degustazione contiene
  • 1 bottiglia di Tiāmat Pinot Nero
  • 1 bottiglia di Ramè Pinot Grigio 
  • la storia di Caterina
  • la degustazione guidata

Costo € 45 (IVA e spedizione incluse, + 3€ per le isole)

Oppure scrivile un’email: info@corderosangiorgio.wine

Scopri le altre storie delle artigiane dell’uva.

Vai alla pagina dedicata